L’UNITRE di Genova nasce nel 1987 per opera di un gruppo di allora volenterosi (e divenuti col tempo “volontari” a tutti gli effetti) sollecitati da un amico di vecchia data, un salesiano, uomo di cultura spinto da vivace curiosità giornalistica, che, grazie a quest’ultima, aveva avuto la possibilità di conoscere da vicino la prima Sede italiana di questa Associazione, nata a Torino nel 1975, sull'esempio delle prime Università della Terza Eta’ francesi degli anni 1968/69.

Nella nostra citta’ da poco tempo l’Ateneo cittadino aveva proposto una serie di incontri e lezioni su temi accademici conosciuti come “Corsi culturali per la Terza Eta’”, sotto l’impulso motore del Prof. Luigi Brian, piu’ genericamente noti come “Universita’ della Terza Eta”.
A quale scopo quindi creare, eventualmente, un “doppione”?

Una attenta analisi della situazione reale porto’ gli organizzatori dell’UNITRE a fare le seguenti considerazioni:

come la medicina moderna ci insegna, non si parla, ne’ gia’ si parlava vent’anni fa’, solo di terza eta’, quella dei primi prepensionamenti e di quel trovarsi, ancora relativamente giovani e attivi, liberi dal lavoro e con grande quantita’ di tempo libero a disposizione, bensi’ delle ormai note cinque eta’, ad iniziare da quella dedicata allo sviluppo della persona umana, di solito fino all’eta’ che porta alla conclusione degli studi, cui seguono quella del lavoro e dell’affermazione nell’ambito della famiglia, del lavoro, della societa’; quella della maturita’, in cui raggiunti o meno i traguardi prefissati, si comincia a pensare ad un rallentamento dell’impegno lavorativo allo scopo di apprezzare e godere piu a fondo i lati positivi della vita; quella in cui finalmente si raggiunge il cosiddetto “pensionamento”, da intendersi comunque solo nei confronti dell’attivita’ svolta fino ad allora e come il punto di partenza per il soddisfacimento delle esigenze personali, condizioni economiche e di salute permettendo; per arrivare infine all’ultimo traguardo, si parla oggi di oltre 100 anni di vita, possibilmente nelle migliori condizioni fisiche.

La “cultura” fino ad allora prodotta all’interno della Istituzione “Universita’” a favore di studenti che nella quasi totalita’ dei casi ne erano fruitori obbligati da esigenze materiali (volonta’ della famiglia, conquista del titolo di studio a fini di carriera lavorativa, ecc) mal si conciliava, nel suo allargamento didattico alla Terza’ Eta’ come allora genericamente definita, in quanto nella maggior parte delle persone, indipendentemente dal loro grado di scolarita’ precedente, era ed e’ ben vivo il desiderio si’ di crescita culturale, ma anche e soprattutto il bisogno di trovarsi e socializzare attraverso iniziative culturali varie. L’UNITRE nasce quindi come progetto di vita proprio per soddisfare queste esigenze: attraverso due canali, l’Accademia di Cultura e l’Accademia di Umanita’, che unite insieme sono sintetizzate dal proprio marchio brevettato, la U seguita dai tre simboli di Unione, Universalita’ e Umanita’.

L’Accademia di Cultura presenta programmi di divulgazione di livello elevato nei piu’ svariati rami del sapere mediante l’attivazione di corsi, di laboratori e di incontri. Altro non e’ che la medievale “Universitas” da cui hanno avuto origine le prime Universita’ del mondo, in cui la cultura non traeva origine dalla esposizione dottrinale dei docenti bensi’ dalla approfondita ricerca degli studenti.
L’Accademia di umanita’ promuove le attivita’ a carattere sociale e ricreativo tese alla piu’ completa promozione sociale. L’UNITRE realizza quanto sopra attraverso il volontariato gratuito di Organi direttivi, collaboratori, docenti, assistenti, rivolto a tutti senza alcuna distinzione di razza, di religione, di nazionalita’, di condizione sociale e di convinzione politica, nel rispetto dei principi di liberta’ e democrazia. Nel 1999 con l’iscrizione al Registro Reg. Volontariato, sett. Cultura e Spettacolo, n. CL-GE-CST-6-1999 D.R.L. 752/30-04-99 ottiene il riconoscimento ufficiale dalla Regione Liguria nell’ambito della Legge Nazionale 266 -91, a testimonianza del rispetto da parte dell’Associazione di tutti i requisiti richiesti dallo Stato. Nello scorso 2006 sono state apportate a livello nazionale alcune piccole modifiche allo Statuto e al suo regolamento che hanno consentito il riconoscimento da parte dello Stato della Associazione Nazionale di cui facciamo parte quale Associazione di Promozione sociale nell’ambito della Legge 383/2000. Dal 2 maggio 2007 le suddette modifiche sono state apportate anche allo Statuto e al Regolamento della nostra Sede, ed e’ in corso la pratica relativa alla iscrizione nel Registro delle Associazioni di Promozione Sociale della Regione Liguria. La Sede di Genova, nata nel 1987 con dieci corsi svolti in unico locale e 121 iscritti associati, conta oggi centosessantotto tra corsi e laboratori situati in trenta diversi locali, le cui lezioni sono seguite da oltre duemila associati. Questi dati la posizionano al quarto posto in Italia tra le duecentottantacinque sedi che compongono l’Associazione nazionale.